giovedì 17 marzo 2016

bottéga s. f. [lat. apothēca, dal gr. ἀποϑκη «ripostiglio, magazzino»]. – 


1. 



a. In origine, luogo destinato a riporvi oggetti di ogni sorta; quindi locale, generalmente a pianterreno sulla pubblica via, dove vengono esposte e vendute le merci (bdi merciaiodi fornaiodi ferramenta, ecc.) o dove gli artigiani esercitano, spesso su commissione del cliente, la loro attività (bdi ebanistadi fabbro ferraiodi barbiere, ecc.). È termine generico, e per lo più modesto e familiare di fronte a negozio



b. In passato, fino al Rinascimento, anche lo studio di artisti affermati, che lavoravano assistiti da aiuti e discepoli, cui era lasciata l’esecuzione delle parti meno impegnative di un’opera. In seguito il termine divenne sinon. di scuola artistica, spec. nella locuz. di bottega, riferita a un’opera che non si ritiene autografa del maestro, ma eseguita nella sua cerchia immediata: è una replica di b.; una Madonna della bdi Bellini; è un lavoro di bottega. 

                            _________

officina s. f. [dal lat. officina, da un prec. opificina, der. di opĭfex -fĭcis «operaio, artigiano», comp. dei temi di opus -ĕris «opera» e facĕre «fare»]. – 


1. 



a. Impianto, a carattere industriale o artigiano, attrezzato con macchine operatrici di quantità, dimensioni e tipi diversi, nel quale si effettuano lavorazioni meccaniche e metallurgiche inerenti alla fabbricazione di semilavorati, di macchine, di organi e parti meccaniche e strutturali, e all’esecuzione di montaggi, riparazioni, revisioni e manutenzioni: omeccanicametallurgica,elettromeccanicaautomobilisticaferroviariaaeronauticaodi elettrauto, per montaggio, riparazioni e revisioni dell’impianto elettrico degli autoveicoli. 



mercoledì 9 marzo 2016



"Ogni volta che si costruisce una scadente palazzina di periferia si va contro la qualità dell'architettura e contro la qualità del paesaggio; ogni volta che si lottizzano le sponde di un lago si offende la qualità dell'architettura e del paesaggio; ogni volta che si adotta un piano urbanistico si determina l'aspetto futuro del paesaggio e dell'architettura. Il paesaggio e l'architettura costituiscono insieme l'ambiente in cui viviamo, sono sostanza della stessa materia, sono l'habitat in cui si svolge la nostra vita [...] Il paesaggio e l'architettura sono la nostra casa."


Pio Baldi, Qualità dell'architettura, riciclo del paesaggio,
in Re-cycle. Strategie per l'architettura, la città, il pianeta.


* la fotografia che segue riguarda un piccolo insediamento della bassa valle del Vobbia nell'entroterra di Genova, dove è possibile leggere - da destra verso sinistra - tutte le possibili stratificazioni tipologiche che interessano il contesto italiano.